Tragedia al luna park, donna precipita e muore

È completamente deserto questa mattina il luna park di San Benedetto del Tronto dove ieri sera è morta una giovane mamma di 27 anni, precipitata da uno dei giochi, dove era salita con un’amica. Si tratta di una ‘capsula gravitazionale’ dove possono entrare due persone. Per cause che dovranno essere chiarite dalle indagini, svolte dalla polizia e coordinate dal pm Mara Flaiani, la giovane si è sganciata dalle cinture di sicurezza ed è precipitata al suolo da una ventina di metri. La struttura è stata posta sotto sequestro. 
La ragazza, una giovane mamma, dopo essere precipitata e’ parsa subito gravissima. Il fatto e’ accaduto dinanzi a tutti gli avventori del Luna Park, e proprio alcuni di essi hanno dato l’allarme al 118. Sul posto sono giunti in breve i sanitari partiti dalla vicina postazione Potes, che hanno messo in atto tutte le possibili manovre di rianimazione, ma per la giovane sambenedettese purtroppo non c’era gia’ più nulla da fare. La ragazza e’ morta pochi istanti dopo la caduta, a seguito, hanno rilevato i sanitari, delle gravissime lesioni riportate nella caduta.
Sul posto anche il medico legale per una prima ricognizione in attesa che venga fissata l’autopsia. Sara’ l’inchiesta della magistratura ascolana a stabilire cosa non ha funzionato nel dispositivo di sicurezza al quale la donna era stata agganciata prima che l’attrazione venisse messa in movimento dal personale preposto. Sul posto, oltre al personale del 118 che ha tentato invano di rianimare la donna, anche vigili del fuoco, polizia e carabinieri. (Ansa)