Valconca. Botte e minacce col coltello alla moglie: il giudice lo obbliga a curarsi

Il giudice gli ha imposto la libertà vigilata, oltre all’obbligo di sottostare alle cure e alle indicazioni del programma terapeutico. Il protagonista vessava da anni moglie e figli ed era già sottoposto alla misura di allontanamento dal nucleo famigliare. La situazione sarebbe definitivamente precipitata lo scorso autunno, quando l’uomo, proprio a causa dell’infermità psichica, ha perso il posto di lavoro. Acuiti gli episodi violenti: minacce di morte, anche attraverso l’uso di coltelli e persino le botte. Così finalmente la compagna ha trovato il coraggio di denunciarlo.