World Emoji Day il 17 luglio, con Covid tante faccine a tema

Il 17 luglio è il World Emoji Day, la giornata dedicata alle ‘faccine’ che ci permettono di esprimere tanti stati d’animo via chat e social. L’iniziativa è nata nel 2014 dall’idea di Jeremy Burge, un storico delle emoticon e fondatore di Emojipedia, sito web che raccoglie e cataloga tutte le emoji. In questo periodo di pandemia e lockdown, si sono aggiunte diverse faccine a tema, come quella di Twitter che ha sensibilizzato sul lavaggio delle mani e quella di Facebook che ha raffigurato un abbraccio.

L’epidemia ha però avuto un impatto anche su questo settore: le nuove emoji già programmate, e in arrivo il prossimo autunno, non subiranno modifiche, mentre le emoticon previste nel 2021 non ci saranno: slitteranno al 2022. A darne notizia nelle scorse settimane è stato il consorzio Unicode, che si occupa della loro standardizzazione e si basa sul lavoro di volontari, che ha subito delle modifiche durante la pandemia.

Quest’anno, tuttavia, arriveranno nelle mani degli utenti le nuove emoji legate alla versione 13 dello standard. Si tratta di 117 pittogrammi già noti, tra cui la mano con i polpastrelli uniti nel gesto “ma che vuoi?”, l’allattamento con biberon, la bandiera transgender e una carrellata di nuovi oggetti, cibi e animali.
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte